ottimizzazione velocità

Come velocizzare un sito web in WordPress: guida all’ottimizzazione della velocità

Per ottenere buone performance sul tuo sito web devi assolutamente garantire ottime prestazioni in termini di velocità.

Vuoi velocizzare il tuo sito in WordPress ma non sai da dove iniziare?

Se il tuo obiettivo è velocizzare il caricamento delle pagine, leggi questi consigli per ottimizzare la page speed del tuo sito web in WordPress e migliora subito il tuo posizionamento sui motori di ricerca!

Pagespeed di Google: la velocità diventa fattore di ranking

I tempi di caricamento delle pagine incidono molto sul comportamento dei visitatori, soprattutto nel mondo sempre più mobile in cui viviamo oggi, dove gli utenti caricano un sito mediante connessione mobile 4G e presto anche in 5G.

Questo Google l’ha capito bene già da tempo, tanto che a luglio 2018 ha comunicato ufficialmente che

La velocità di caricamento dei siti web è un fattore di ranking per le ricerche da mobile

Ecco il post sul blog per webmaster con il quale ha diffuso la notizia.

“Today we’re announcing that starting in July 2018, page speed will be a ranking factor for mobile searches.

La nascita del Google Speed Update è stata anche annunciata sui canai ufficiali di Twitter.

Con questo importantissimo aggiornamento Google ha esteso la velocità delle pagine mobili ai fattori di posizionamento, cioè i tempi di caricamento delle pagine da mobile sono determinanti per il ranking nella ricerca mobile.

Ma quale sarebbe la velocità di caricamento ottimale?

Uno studio pubblicato su Think with Google ha confermato che la velocità di caricamento ideale è di 3 secondi al massimo.

Think With Google

Fonte: Think with Google

Questo dimostra che oltre i tre secondi di attesa gli utenti abbandonano il sito e dunque anche le conversioni iniziano a diminuire.

Se il tuo sito in WordPress è lento, leggi questi consigli per migliorare i tempi di caricamento.

Ottimizzazione Page Speed: come ottimizzare la velocità del sito in WordPress

Abbiamo visto quanto la velocità di un sito web sia in grado di ridurre la bounce rate, cioè il tasso di abbandono del sito, aumentare i tempi di visualizzazione delle pagine, migliorare la User Experience e dunque anche la SEO e il posizionamento su Google.

Ecco allora 10 linee guida per velocizzare il caricamento delle pagine web sul tuo sito WP.

1. Analizza la velocità del sito

Prima di procedere all’ottimizzazione del Page Speed è opportuno avere dei dati di partenza dello status attuale delle prestazioni.

Ecco alcuni tool da usare assolutamente per avere un’analisi completa sul rendimento web del sito: 

  1. Google PageSpeed Insights
  2. GTMetrix
  3. Pingdom

I fattori da considerare per velocizzare il sito sono:

  1. Il peso delle pagine, che dovrebbe essere inferiore a 2Mb;
  2. Il tempo di caricamento delle pagine, che dovrebbe essere inferiore a 3 secondi;
  3. La quantità di richieste al server, che dovrebbe essere inferiore a 45

Più una pagina rispetta questi parametri, maggiore sarà la velocità complessiva.

2. Rimuovi i plugin inutili o inutilizzati

Aggiornare i plugin o eliminare quelli inutilizzati influenza notevolmente le prestazioni del CMS.

Utilizza solo plugin necessari e soprattutto leggeri, ma in generale cerca di trovare soluzioni alternative a questi, se possibile.

3. Minimizza CSS, JS e file HTML

Elimina JavaScript e CSS che bloccano la visualizzazione dei tuoi contenuti above the fold, cioè nella prima parte della pagina web, ovvero in quella che appare al momento dell’apertura.

In alternativa puoi procedere alla compressione GZIP per ridurre le dimensioni dei file HTML, dei fogli di stile e dei file JavaScript. 

4. Ottimizza il database di WorpPress mediante il file wp-config.php

L’ottimizzazione del file wp-config.php, che contiene i dati relativi al database, può velocizzare le pagine web.

Riducendo le dimensioni del database potrai anche ridurre memoria e CPU del tuo sito.

 5. Usa un CDN per WordPress

Un CDN (acronimo di Content Delivery Network, che tradotto in italiano significa “Rete di Distribuzione dei Contenuti”) è un supporto all’hosting per aumentare la velocità del sito.

Un esempio di questi è CloudFlare, che consente di distribuire i contenuti ai visitatori dopo averli ottimizzati, prendendo il carico dal server web.

Come funziona un CDN?

In pratica, quando un utente visita il tuo sito web che non usa un CDN, viene inviata una richiesta al server per la visualizzazione dei contenuti, il quale risponde con la pagina web richiesta.

Essendo un CDN costituito da una rete di server ottimizzati sparsi in tutto il mondo con copie statiche dei tuoi contenuti (solitamente immagini, video, JS, CSS e altro), quando un utente invia la richiesta per visualizzare una pagina, vengono visualizzati i file che si trovano sul server che fa parte della rete CDN geograficamente più vicino a lui, senza ricevere i contenuti direttamente dal server.

Ecco perché velocizza la consegna dei contenuti.

6. Abilita la cache

Abilitare la cache consente al browser degli utenti di memorizzare informazioni sul tuo sito, senza richiederli ogni volta al database.

Il browser caching consente dunque di immagazzinare i dati a livello locale così da non chiedere un nuovo caricamento.

I CDN sfruttano la tecnologia del caching, che è possibile attivare anche tramite plugin.

7. Ottimizza le immagini

Ridimensionare le immagini è un’ottima strategia per rendere leggero e veloce il tuo sito

Un’immagine non dovrebbe superare i 200kb ed è consigliabile preferire il formato .jpg al formato .png

Le immagini più grandi dovrebbero avere una larghezza massima di 1920 px

Sul web esistono tool strepitosi che possono aiutarti a ridurre la risoluzione delle immagini senza penalizzare la qualità.

8. Scegli un hosting veloce

L’hosting è il motore del tuo sito web, pertanto scegli un hosting professionale che ti offra il pacchetto per WordPress che meglio soddisfi le tue esigenze e soprattutto che garantisca ottime prestazioni.

9. Usa un tema leggero

I template premium per WordPress e in generale i temi dal design minimale e codice pulito e sono in grado di offrire ottime performance in termini di velocità.

10. Aggiorna WordPress

Aggiornare WP ti consente di ricevere gli ultimi aggiornamenti e nuove proprietà e funzionalità.

Avere installata l’ultima versione di WordPress ti permette di risolvere eventuali bugs, allinearti agli standard più recenti, ma soprattutto di stare tranquillo a livello di sicurezza scongiurando il pericolo di attacchi hacker.

Conclusioni

Che sia un sito personale, aziendale, un blog o una piattaforma e-commerce, non permettere mai ai visitatori di abbandonare il tuo sito.

Come hai potuto osservare, le prestazioni di un sito web incidono fortemente sul comportamento degli utenti e la velocità è uno dei fattori più importanti da considerare per migliorare sia le performance che il traffico organico.

Trascurare questo parametro metterebbe a forte rischio sia la tua visibilità sui motori di ricerca che la tua credibilità agli occhi degli utenti, che giudicherebbero il tuo sito poco professionale.

Nessuno sul Web può permettersi di restare indietro, non farlo neanche tu!

Se hai ancora dei dubbi sull’ottimizzazione della velocità lasciami un commento e ti risponderò non appena possibile oppure contattami senza impegno!

Condividi sui social:

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su email
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SCROLL TO TOP